IL TEATRO E' L'UNICO SPETTACOLO DAVVERO IN 3D. DA OLTRE 2000 ANNI.

ANDREA LUPO

Lunedì 29 giugno debutta a Bazzano lo spettacolo “Esaurimenti di un uomo ridicolo - da La terapia di Lupo”, nato dalla web sitcom ideata e trasmessa in streaming da Teatro delle Temperie durante il lockdown

Si tratta della prima data nello storico parco del centro di Bazzano, in Valsamoggia, per la rassegna “Parco Spettacolare, una delle cinque che compone la stagione estiva “Vivo dal Vivo” fatta di 10 spettacoli, 30 date, in cinque comuni.

Quest’estate al Parco Primo Maggio di Bazzano il lunedì sera sarà dedicato all’appuntamento con gli spettacoli di Teatro delle Temperie , che ha inaugurato il 24 giugno con un sold - out la stagione estiva “Vivo dal Vivo” fatta di appuntamenti all’aperto in luoghi inusuali del territorio bolognese: in centro città o in campagna, nei frutteti di un’azienda agricola, in campetti da gioco o, come in questo caso, in parchi pubblici. In particolare, da anni Teatro delle Temperie lavora per valorizzare questo luogo storico di Bazzano , a cui la compagnia è molto legata e che con orgoglio riapre agli eventi e agli spettacoli, nel cuore di Valsamoggia.

Andrea Lupo , direttore della compagnia Teatro delle Temperie, autore e, con Mara Di Maio, interprete di questo spettacolo comico che apre la rassegna di Bazzano e che poi verrà replicato sia lì che in altre location, racconta come è nato: « Il teatro non si può fare in streaming o non è teatro. Ma questo non ha significato per noi fare un passo indietro o fermarci, durante la chiusura forzata per Covid, anche per non l asciare l e persone sole in un momento così difficile. Semplicemente invece di diffondere riprese di spettacoli dal vivo in streaming, abbiamo messo la nostra esperienza, la nostra arte e il nostro artigianato a servizio di nuovi strumenti per contenuti dedicati. Tra le altre cose è nata la web sitcom comica “La terapia di Lupo” che ora si trasforma in uno spettacolo teatrale vero e proprio.

Con la stessa forza originaria di improvvisazione, perché - a partire da un canovaccio scritto - io e Mara Di Maio ci lasceremo trasportare dalla serata, vivendolo, in parte trasformandolo, anche a seconda della risposta del pubblico. Per lasciarci andare tutti insieme a una salvifica risata catartica, dopo questo periodo così complicato, anche per il mondo della cultura e del teatro.

Anche per questo siamo molto emozionati per questa ripartenza, che io personalmente vivo quasi come un secondo debutto. Ancor di più in Valsamoggia, che è casa nostra. Il tutto esaurito di mercoledì 24 giugno ci riempie di gioia ed è segno del fatto che la voglia di ritrovarci è condivisa. Riaprire i teatri non significa aspettare dentro, ma fare passi verso chi ci aspetta fuori e questo era vero anche prima del Covid. Verso chi ha bisogno di noi e magari non lo sa. Ora magari proprio per superare il trauma collettivo di questi ultimi mesi.

Quando si parla di teatro e cultura in gioco c'è la nostra umanità. Enunciare questo principio tra noi però non basta. Bisogna coltivare consapevolezza, mantenendo viva una reale connessione con lo spettatore, cercando sempre nuovi modi di entrare in contatto con le dimensioni vitali quotidiane delle persone e delle comunità, come proviamo a fare con la varietà di luoghi e date e spettacoli della nostra stagione estiva e con i nostri corsi, i centri estivi, le attività che portiamo avanti da sempre »

PUBBLICITA'

PRENOTA SENZA COSTI AGGIUNTIVI IL TUO WEEKEND A BOLOGNA

PUBBLICITA'

Chi è online

Abbiamo 59 visitatori e 0 utenti online

E con...

Mappa del sito

HOME |

La pagina iniziale del sito

SPETTACOLI |

L'elenco degli eventi a Bologna e provincia stasera e questa settimana.

IN EVIDENZA |

Gli spettacoli segnalati da noi.

INTERVISTE |

Le interviste ai protagonisti.

RECENSIONI |

Le recensioni degli spettacoli andati in scena.

INFO UTILI |

Mappa teatri - Info biglietti - F.A.Q. (Domande Frequenti)

Facebook

Newsletter

ISCRIVITI ORA, E' GRATIS!

Accetto Privacy e Termini di Utilizzo